Belen Rodriguez a Virginia Raffaele, non sono così stupida

di Maris Commenta

Quando Virginia Raffaele ha portato sul palco dell’Ariston l’imitazione di Belen Rodriguez, suo cavallo di battaglia, la showgirl argentina ha fatto dietrofront. Qualcuno evidentemente le ha suggerito di non fare polemica, ma di ringraziare pubblicamente la comica romana per la sua performance lasciando da parte i livori dei giorni scorsi.

Grazie Virginia! Adesso non dovrò più spiegare perché mi faccio chiamare la ragazza con la valigia.

Aveva scritto Belen sui social mettendo fine alla querelle con la Raffaele e rinconquistando un po’ di simpatia. In realtà la situazione ha avuto uno sviluppo e l’argentina ha voluto assolutamente dire (ancora) la sua.

Mica sono così scema. Ci pensi tre minuti e capisci che è un onore avere un’imitazione a Sanremo, poi Virginia è un talento.

Ha replicato a distanza di qualche giorno Belen Rodriguez dalle pagine di Repubblica senza tralasciar qualche consiglio per l’imitatrice.

Virginia è un’artista eccezionale e una persona molto intelligente. Però secondo me dovrebbe studiare meglio la mia voce, perché sembra quella di Michelle Hunziker. Il resto è perfetto, ma vorrei ricordarle che non sono così stupida.

Ha aggiunto la showgirl argentina che sminuisce anche la polemica di qualche giorno fa con la Raffaele.

Una volta me la sono presa, ma era andata oltre, aveva tirato in ballo mio figlio Santiago. L’arrabbiatura è durata poco, hanno ingigantito. Ho riso, però quando ti imitano e fanno la parodia, ci rimani: sono davvero così?

Ha spiegato Belen che sta per tornare in onda su Canale 5 come conduttrice del nuovo reality Mediaset, Pequenos Gigantes, targato ovviamente Maria de Filippi. È lì che incontrerà nuovamente il suo ex, Stefano De Martino che è tornato al lavoro come coach di danza, ma da parte sua nessun timore: i rapporti fra ex coniugi sono ottimi.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>