Arisa ha un nuovo fidanzato e fa spesso l’amore

di Mariella Jannuzzi Commenta

Sembrano lontanissimi i tempi in cui Arisa cantava “Sincerità” al Festival di Sanremo agghindata con abiti presi in prestito da chissà chi, adesso è una elegante ragazza vestita da Giorgio Armani, con un nuovo look molto ricercato. Non c’è più traccia della Rosalba Pippa che sembrava più un personaggio da fumetto di quelli simpaticissimi con atteggiamenti improbabili ed una insicurezza molto evidente.

Archiviata la storia con lo storico fidanzato Giuseppe Anastasi, a Sanremo abbiamo visto Arisa dimagrita, con un taglio di capelli sbarazzino e senza quei grandi occhiali che rappresentavano molto il suo personaggio stravagante. Il cambiamento è stato graduale e non è sfuggito neanche a “Vanity Fair” che le ha dedicato la copertina e un servizio fotografico in cui Arisa mostra il suo lato sexy.

Nell’intervista Arisa parla del suo cambiamento, dei motivi che l’hanno portata a questa decisione:

“A un certo punto mi è venuto il disgusto un po’ di tutto. Mi vedevo brutta, grassa, la mia storia stava finendo. Poi ho trovato la forza per andare avanti. E’ cambiata prima la testa, il corpo le è andato dietro. Ho iniziato a tagliarmi i capelli e a dimagrire”.

Con Giuseppe Anastasi, spiega, è finita perché lui non accettava più di vivere all’ombra dell’artista, non nasconde che lei, al suo posto, non avrebbe reagito nello stesso modo. Fra loro, comunque, c’è sempre un bellissimo rapporto fatto di quella complicità che, spesso, nonostante l’amore sia finito, continua ad esistere.

Adesso Arisa ha un nuovo amore, di lei si diceva avesse un flirt con Claudio Cera all’epoca di X Factor 5, non ha più bisogno di fare dieta, con lui le cose vanno a gonfie vele e fa tanto l’amore con lui. Con la remise en forme, racconta, gli uomini le tengono gli occhi puntati addosso:

“Gli uomini mi guardano e non so cosa vogliono. Anzi, lo so. Vogliono scoparmi. Ma io non voglio, io per fare l’amore ho bisogno di tempo. Una botta e via mi è successo, ma sono cose tristi, non solo dopo. Anche durante”.

Photo credit: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>