Flavio Briatore apre pizzerie ed è subito polemica

di Daniele Pace Commenta

Può una margherita costare così tanto? A quanto pare il noto imprenditore ha deciso di vendere a CARO prezzo le sue pizze.

Spread the love

Flavio Briatore balzato alle cronache dopo la sua carriera in Formula uno e divenuto noto imprenditore della notte, grazie ai suoi locali notturni in Sardegna, ha deciso di dedicarsi ad un altro settore e di investire su una catena di pizzerie per ora situate a Londra, Monte Carlo e Porto Cervo con il nome “Crazy Pizza”.

La filosofia adottata dal noto imprenditore è “Una nuova interpretazione della classica Pizza con tutta la passione e lo spirito dell’Italia” peccato però che gli italiani non hanno proprio reagito bene a questa filosofia. In primis dalle foto mostrate del prodotto, una pizza che sembra un disco da supermercato pre-congelato; ma quello che sicuramente ha fatto storcere il naso a molti è sicuramente il prezzo. Si stima che una margherita costi 15€ a Londra e Monte Carlo, mentre si attesta a 25€ nel locale di Porto Cervo.

Ora che i locali di Briatore non siano economici è risaputo. Che uno scelga di andare a spendere questi soldi per una pizza è un diritto lecito, ma forse è leggermente esagerato. Uno schiaffo alla miseria ma soprattutto a chi questo lavoro lo fa con passione e conoscenze, ma nonostante abbia raggiunto risultati encomiabili, i prezzi continuano ad essere umani.

Ricordiamo un episodio analogo messo in essere da Carlo Cracco, tra polemiche sul prezzo 16€ e la qualità che rasentava una fetta biscottata, nonostante si ostentasse la stessa qualità di una pizza napoletana. Insomma il classico stratagemma di utilizzare un nome conosciuto per batter cassa. Ora che a Londra e Monte Carlo ci caschino ci sta pure, ma forse in Italia una mossa del genere potrebbe attirare malumori su di sé. In questo caso cosa potrebbero pensare i napoletani? Maestri e cultori di questo cibo che tramandano da secoli e nonostante una certa evoluzione, si strizza sempre l’occhio alla tradizione, quella che nel caso di Cracco ed ora di Briatore, non sembra essere per niente presente. Oltre che al rispetto di un periodo economico triste.

Sia chiaro non vogliamo essere disfattisti, ma vi basta dare un occhio ai social che riportano questa notizia, per scoprire che la stragrande maggioranza delle persone ha semplicemente fatto battute contro questo brand che sembra destinato a fallire subito. Dai sincero, chi spende tutti questi soldi per una margherita? Considerando i costi medi con 25€ se ne mangiano almeno 4 e sicuramente più buone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>