Francesca Cipriani le crolla il lato B appena rifatto e denuncia il chirurgo

di Mariella Jannuzzi Commenta

 Sono davvero tempi difficili per Francesca Cipriani, che il Grande Fratello di qualche anno ha ci ha fatto conoscere, come si dice “se non ci fossi ti inventerei”, anche se inventarla ex novo esattamente così come è fatta sarebbe stato realmente difficile.

Come non dimenticare tutto quel che ha combinato per partecipare al reality di italia 1 “La pupa e il secchione”, che poi ha vinto, e proprio per sfondare in televisione, era arrivata sul lettino del chirurgo plastico per aumentare il volume del suo già prorompente seno, una strabordante e davvero di cattivo gusto, settima misura.

Ma Francesca Cipriani è della convinzione che, non importa cosa sai fare o dire nel mondo dello spettacolo, l’importante è come ti poni fisicamente, quindi, oltre al seno, dopo aver vinto il reality, ha deciso di ritornare su quel lettino per regalarsi anche un lato B nuovo, dove non arriva madre natura, arriva il chirurgo plastico, ed è così che si è fatta impiantare due protesi.

Se in un primo momento era assolutamente soddisfatta del risultato, adesso se ne lamenta, l’imbarazzante inconveniente crea una grave disarmonia nel suo corpo, dunque, Francesca Cipriani sta pensando di rivalersi in qualche modo sul chirurgo che è poi lo stesso che le ha aumentato il seno. Se davvero dovesse essere riconosciuto questo insormontabile imprevisto, non correranno tempi facili per il malcapitato chirurgo che, oltre ai danni materiali, potrebbe dover risarcire anche quelli morali.

In buona sostanza, Francesca Cipriani punta tutto sul suo fisico, di questa filosofia è sempre più convinta, questo è il dramma. Non sempre è il chirurgo a spianare la strada, a volte si rischia di rasentare il ridicolo.

Simpaticissima, senza dubbio, ma forse è meglio che Francesca Cipriani cominci a pensare che, magari, imparando a cantare, ballare, perché no anche recitare, oltre a scimmiottare un personaggio da fumetto, potrebbe ricavarne qualcosa di più interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>